Secondaria. English learning week a Bury

Anche quest’anno Bury St. Edmunds, la nostra “seconda casa” da undici anni, ha accolto 50 ragazzi della Scuola secondaria di I grado per vivere una settimana tra lezioni di inglese, sia al mattino che al pomeriggio, e attività ricreative, quali la visita a Cambridge, sempre in lingua.

Oltre alle lezioni, sono state fondamentali come sempre le famiglie, che hanno accolto i nostri ragazzi coinvolgendoli nei pasti e in altre attività della loro vita quotidiana. Rispetto alle lezioni a scuola, quest’anno i docenti hanno responsabilizzato i nostri ragazzi, improntando la didattica sul metodo peer to peer per stimolare lessico e oralità.

Tanti ragazzi hanno già detto che non vedono l’ora di tornare, quindi adesso non resta che convincere i genitori… anche perché sembra che le famiglie siano migliorate nella preparazione del cibo, quindi si sente sempre meno la mancanza di casa!

Classico. In scena l’Orestea di Eschilo

Domenica 10 marzo 2023, alle ore 20.30, presso il Teatro La Creta, gli studenti delle classi quarte del Liceo Classico della Fondazione Grossman metteranno in scena l’Orestea di Eschilo. L’evento rappresenta il culmine del lavoro svolto nel laboratorio curricolare organizzato dalla scuola insieme al regista Giovanni Spadaro Norella.

L’opera offre al pubblico una rilettura avvincente del mito di Oreste, affrontando temi universali come la violenza, la giustizia e il ruolo degli dei.

Per partecipare alla rappresentazione, è necessario iscriversi (clicca QUI), fino a esaurimento posti.

Non mancate!

Scarica la locandina

Infanzia. Il Cantastorie Zampillo incanta i bambini

Una giornata indimenticabile per tutti i nostri bambini dell’infanzia bilingue! L’attore Giovanni Spadaro Norella ha deliziato i nostri piccoli con la sua interpretazione mozzafiato de Il Cantastorie Zampillo.

Zampillo è un clown cantastorie che gira il mondo con i racconti delle sue avventure. Questa volta, ha deciso di far visita alla nostra scuola durante il Carnevale, portando con sé un’atmosfera di festa e divertimento.

I bambini hanno seguito con grande partecipazione e divertimento le peripezie di Zampillo mentre tentava di trovare il suo travestimento ideale. Da cuoco a ciclista, da maschera del Carnevale a spazzino, Zampillo ha provato di tutto, ma ogni tentativo è stato vano a causa della sua sbadataggine.

Fortunatamente, con l’aiuto prezioso dei nostri studenti, Zampillo ha scoperto il suo vero talento: la giocoleria! Ed è così che ha deciso di essere sé stesso, mostrando ai bambini che il vero talento risiede nell’accettarsi per ciò che si è.

È stata un’esperienza emozionante e coinvolgente per tutti i presenti, e siamo grati a Giovanni per aver reso possibile questo momento magico per i nostri bambini.

Primaria. Musical “The wizard of Oz”

Preparatevi a essere trasportati nel mondo incantato del nostro spettacolare musical The wizard of Oz realizzato dagli studenti delle classi terze della nostra scuola primaria!

Attrici e attori hanno lavorato sodo e con passione per portare sul palco una versione unica e coinvolgente del musical The wizard of Oz che vi lascerà senza fiato! Un progetto multidisciplinare che ha coinvolto inglese, musica e italiano e ha dato vita a un’esperienza didattica fondamentale per i nostri bambini.

Tre sono gli spettacoli che si terranno presso l’Aula Magna della nostra scuola:

  • classe 3^ C: 18 marzo, h 14.30/15.15
  • classe 3^ B: 18 marzo, h 15.15/16.00
  • classe 3^ A: 25 marzo, h 15.15/16.00

Per partecipare è necessaria la prenotazione (clicca QUI)

Vi aspettiamo numerosi per un pomeriggio di musica, teatro e divertimento!

Scarica la locandina

Classico. Corso di lettura espressiva

Leggi per far capire a chi ascolta che stai capendo!

Gli studenti di prima liceo classico hanno svolto durante le lezioni di italiano un corso di lettura espressiva guidati dall’attore Giovanni Spadaro. È stata l’occasione per imparare a immedesimarsi in un testo complesso, il secondo libro dell’Eneide, mettendo a frutto le conoscenze linguistiche e letterarie acquisite, per restituirne il senso attraverso il suono. E al contempo per conoscere sé stessi, le potenzialità della propria voce e per divenire più consapevoli della profonda unità tra corpo e mente. Nella verifica finale, di cui si offrono alcune immagini, è stato evidente il salto di qualità espressiva di tutti gli studenti, che si sono lasciati correggere e condurre con umiltà, sperimentando la convenienza della lettura ad alta voce ai fini della comprensione del testo.