Licei Classico e Scientifico – Giornate di Scuola Aperta – 1

Sabato 22 ottobre si è tenuta la prima Giornata di Scuola Aperta dei Licei Classico e Scientifico della Fondazione Grossman.

Presso l’Aula Magna della scuola, i prof.ri Lorenzo Bergamaschi -Preside del Liceo Scientifico e docente di Lingua Inglese- e Andrea Sansonetti -Preside del Liceo Classico e docente di Lettere- hanno accolto i ragazzi e le rispettive famiglie, invitandoli ad assistere a uno “spaccato” di cosa significhi partecipare a una lezione liceale nella nostra Fondazione.

Ciò che ha portato all’organizzazione di queste giornate è infatti il desiderio di offrire un aiuto ai ragazzi e alle loro famiglie perché si chiarisca la portata culturale ed educativa di un percorso liceale classico e scientifico al giorno oggi, rimanendo al passo con i cambiamenti che la nuova società in cui ci troviamo impone anche al mondo dell’educazione.
La mattinata è proseguita con la lezione del prof. Sansonetti per il Liceo Classico e del prof. Maggi per il Liceo Scientifico.
Al termine genitori e studenti hanno potuto continuare il dialogo con i Presidi e con alcuni alunni dei Licei perché questi ultimi rispondessero a domande e curiosità più specifiche anche a livello organizzativo.

In attesa della seconda Giornata Aperta dei Licei che si svolgerà il prossimo sabato 3 dicembre alle ore 11.00, è possibile visualizzare nella Gallery i video di alcune parti significative delle due lezioni.

 

 

 

 

Secondaria I grado – Progetto Porta Nuova: lavori in corso!

Una frase dello scrittore Luca Doninelli apposta su un cartello vicino alla nuova Piazza Gae Aulenti dice:

“Aprire una nuova piazza è come aprire una nuova strada. Significa dare alla città un nuovo pezzo di destino, una folla di nuove possibilità, di nuovi inizi”.

E in effetti questo è il cuore di Porta Nuova, il punto dove idealmente confluiscono gli sforzi di progettisti e operai, e dove finalmente anche noi abbiamo scoperto una nuova città ben inserita dentro ad un tessuto storico, di cui è rimasta però una traccia importante. Una traccia che i ragazzi hanno potuto scoprire camminando nelle nuove vie, osservando con la testa all’insù i nuovi grattacieli vicini ai piccoli fabbricati del Quartiere Isola che rimangono a testimoniare le caratteristiche storiche e architettoniche di questa zona ma che ben dialogano con i “nuovi arrivati”.

Dopo aver visitato a maggio il nuovo quartiere di Porta Nuova, le classi 3A e la 3B della Scuola Secondaria di I grado hanno iniziato una sfida: realizzare un plastico in legno di quest’area in scala 1:1000.
Il lavoro ci sta facendo scoprire la matematica e le proporzioni, indispensabili per poter ridurre le nostre misure reali nella scala da noi utilizzata. I ragazzi hanno fatto una ricerca utilizzando Google Maps per verificare il numero dei piani di ogni edificio del tessuto esistente che hanno poi riportato sulle mappe, moltiplicando per un’altezza media di 3 metri. Ottenuta così l’altezza reale di ogni fabbricato la misura è stata poi ridotta in scala. Per i nuovi grattacieli invece stiamo utilizzando progetti e disegni da cui ricaviamo misure, dettagli e materiali.
Questo lavoro ci permette di conoscere più da vicino la nostra città, dedicando ore e sicuramente momenti di fatica soprattutto nel tagliare e limare gli infiniti pezzi di legno, che piano piano però, come tanti tasselli di un mosaico, costruiranno qualcosa di bello: il nostro piccolo pezzo di Milano.

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Continuano le raccolte Esselunga e Coop Amici di Scuola

Ieri nel raccoglitore della scuola è stato trovato un buono da 1.000 punti della racconta Amici di Scuola Esselunga!
Grazie a chi ce lo ha consegnato!

Ora abbiamo 14.000 punti e vogliamo insieme a voi superare il traguardo dello scorso anno: 22.000!!

C’è tempo fino al 16 novembre per la raccolta “Esselunga Amici di Scuola” e fino al 14 dicembre per la raccolta “Coop per la Scuola”.

 

 

 

 

Secondaria I grado – Una giornata piena di scoperte

Venerdì 30 settembre le quattro classi prime della Scuola Secondaria di I grado hanno concluso il percorso di Orienteering e Geografia testando sul campo le proprie conoscenze.
Gli alunni si sono recati infatti nel Parco del Ticino, dove si sono sfidati in piccoli gruppi in una gara di Orienteering nel bosco, armati di carta, bussola e testimone.
Dopo la mattinata a caccia di lanterne, la giornata è proseguita lungo il Ticino, che le classi hanno percorso sui gommoni, imparando ad armeggiare con le pagaie e a condurre insieme le imbarcazioni.
Una giornata ricca di scoperte e una grande occasione per conoscere i nuovi compagni, all’inizio della grande avventura delle medie.

E se nel leggere molte parole sono apparse oscure, se tra “testimoni”, “lanterne” e “pagaie” siete perplessi, chiedete agli studenti! Sapranno raccontarvi in prima persona quanto hanno conosciuto in una giornata tanto ricca.
Nel frattempo, le foto della Gallery saranno in grado di darvi un assaggio di quanto abbiamo vissuto insieme.

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Liceo Scientifico – Uscita didattica a Laveno

Team building in Dragon Boat e trekking sul Sasso Ferro per le classi prime del Liceo Scientifico

La giornata di convivenza e di avventura sul Lago Maggiore, in una stupenda e assolata giornata di autunno, si è svolta lo scorso 18 ottobre e si è articolata in due momenti alternati per le due classi prime del Liceo Scientifico della Fondazione Grossman.
Ci ha accompagnato in questa uscita il team di Top Vela fondato da Tiziano Nava, campione internazionale di vela che ha legato il suo nome a imprese sportive che vanno da Azzurra al Moro di Venezia, dal Laser ai Maxi Yacht, e Paola Ferrario, ex atleta nazionale femminile istruttrice federale di vela che da anni supporta le scuole superiori in escursioni lacustri.

La classe 1A la mattina è salita a bordo di due Dragon Boat con i trainers Michele e Lorenzo che hanno aiutato i ragazzi a promuovere e rafforzare lo spirito di gruppo, di collaborazione, di autostima, di sacrificio fisico e di coraggio, al fine di diventare una squadra vera, con tanto di appassionante sfida tra le imbarcazioni. Nel frattempo Tiziano Nava assisteva la rotazione dei ruoli e la gestione della barca nelle sue manovre fondamentali nel golfo di Laveno.

La classe 1B nel frattempo ha svolto l’attività di trekking con Matteo e Paola Nava in cima al Sasso Ferro.
Il gruppo ha raggiunto il monte, che sovrasta Laveno ed è alto oltre 1000 metri, con una bidonvia un po’…spartana, con cabine a due posti in piedi. Data la splendida giornata, ciò ha regalato una vista mozzafiato sul Lago e sul Monte Rosa con anche una breve sosta, non desiderata e non prevista (!!!) sullo strapiombo.
Arrivati sul monte, la nostra attenzione è stata tutta rivolta all’osservazione degli aspetti naturalistici, geologici, morfologici del contesto ambientale, con approfondimenti sulle correnti ascensionali sfruttate proprio in quel luogo dagli amanti del  parapendio. La classe 1A ha avuto anche la fortuna di fare da assistente ad uno di questi nella preparazione al volo. Prima di raggiungere la cima del Sasso, dove la vista era tale da permettere di vedere il Lago di Varese, quello di Monate e il lato sud del Lago Maggiore, i ragazzi hanno costruito con Matteo una meridiana che al ritorno ha permesso loro di capire quanto tempo fosse trascorso, con l’utilizzo di goniometro e calcoli matematici.

Nel pomeriggio le due classi hanno invertito le attività, finché esausti ma soddisfatti hanno fatto ritorno a casa fieri di aver vissuto una bella avventura ricca di scoperte e del gusto dell’essere insieme.

Le prof.sse Affer, Giupponi e Pasquin

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Primaria – A misura DUOMO

Gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria per approfondire la storia del Duomo di Milano si sono recati ad ammirarlo in prima persona insieme alle loro maestre.
Partendo dalla bellezza delle opere custodite all¹interno del Museo del Duomo e della Cattedrale stessa hanno potuto ripercorre e ammirare i particolari che lo rendono così unico.
Tornati a scuola hanno poi raccontato la loro esperienza scrivendo una lettera indirizzata a Marco Carelli, uno dei benefattori della Fabbrica del Duomo.

 

Caro Marco,
oggi è stata una giornata davvero speciale per le classi quinte della mia scuola. Siamo finalmente andati a vedere coi nostri occhi quella meravigliosa opera, che tu ben conosci, che è il nostro Duomo. Tu, commerciante milanese della famiglia Carelli, nel ‘300, da ricco ti sei fatto povero per la sua edificazione.
Che bello poterlo guardare con occhi nuovi e grati, dopo aver ascoltato lo scaccino Carlo Pastori, che solo pochi giorni fa ci ha narrato la tua storia e quella di Marta de Codevachi, Alessio della Tarchetta e Caterina di Abbiateguazzone.
Abbiamo visto la guglia a te dedicata e tutte le statue, i peducci e i doccioni, che grazie alla tua donazione sono stati realizzati dagli artigiani del Medioevo. Infine, dopo aver ammirato lo scheletro della Madonnina, siamo entrati nella Cattedrale per cercarti. Partendo dall’abside, che è la parte più antica, abbiamo attraversato la navata destra, fino ad arrivare alla tua tomba, l’unica presente nella chiesa, appartenente a un laico. Dopo 600 anni sei ancora lì, a ricordarci quanto valore ha l’aiuto di ciascuno, nell’edificare un’opera. Da ultimo, prima di uscire sul sagrato, abbiamo individuato, a 50 metri di altezza, nell’abside, il Sacro Chiodo, quello di Gesù, ritrovato da Elena, la mamma dell’imperatore Costantino.
Gli alunni delle classi 5A e 5B

 

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Santa Messa di Inizio Anno

Santa Messa di Inizio Anno
Don Orione, 8 Ottobre 2016

 

Silvio Bosetti
Presidente della Fondazione Vasilij Grossman

Esprimo il mio personale ringraziamento a Don Valeriano, alla straordinaria Opera del Don Orione che ci ospita, al celebrante Don Carlo Romagnoni che ci accompagna nella nostra missione educativa, agli insegnanti che hanno organizzato questo evento, al coro e al servizio di accoglienza.

Il nostro saluto va a voi allieve ed allievi. Siete quasi mille studenti tra nuovi iscritti e coloro che riprendono il cammino scolastico.

I vostri genitori vi iscrivono ad un Istituto come il nostro per la vostra felicità, mossi dall’attesa profonda che la scuola sia il luogo che completi e prolunghi la loro azione educativa e formativa.
Lo scopo è quello di dotarvi di solide radici che vi tengano saldi e di agili ali che vi permettano di spiccare il volo.
Una bellissima frase di Romano Guardini dice che “non si cammina solo per arrivare ma anche per vivere mentre si cammina”.
Per voi e per noi desideriamo un cammino così.

Rivolgendomi ai docenti e ai genitori desidero esprimere una breve riflessione sul momento che stiamo vivendo con questa nostra opera.
La scorsa settimana il Rettore, Prof. Carlo Wolfsgruber, ha rassegnato le sue irrevocabili dimissioni per motivi di salute.
Un decisione che ci è giunta improvvisa ed inattesa.
A lui va il nostro sincero augurio che il venir meno degli impegni professionali sia di aiuto a recuperare tutte le energie necessarie.
Venendosi a creare una situazione didattica imprevista e complessa, dobbiamo affrontare l’assenza di una figura guida, a cui si somma la precedente uscita della Prof.ssa Villa, un significativo rinnovo dei Presidi, l’inserimento di nuovi insegnanti per sostituire coloro che hanno colto la possibilità di passare alla scuola di Stato.
La sfida è evidente e sono comprensibili le preoccupazioni di genitori e docenti.

Ci viene chiesto di agire rapidamente per assicurare la continuità e la solidità della proposta educativa, confidando nell’aiuto di Gesù e di voi tutti.
I Presidi stanno lavorando per rendere più diretto e frequente il confronto con le famiglie.
Il Comitato Scientifico, coordinato dal prof. Rigotti, ci affianca per sostenere le decisioni più importanti e imminenti tra le quali le nomine, i programmi, il coordinamento tra i Presidi.
La Direzione Organizzativa ha intensificato gli impegni per ottimizzare i processi operativi interni.
Il Consiglio di Amministrazione si radunerà a cadenza frequente e straordinaria per gestire questa fase transitoria e individuare soluzioni adeguate e stabili.
Il percorso non è facile ma la sfida poggia su basi solide.

Siamo un’impresa di oltre centoventi persone e con circa cinque milioni di giro di affari.
I risultati nella didattica sono estremamente positivi. I nostri Licei, ancora una volta, sono comparsi nella parte più alta della graduatoria stilata dalla prestigiosa e laica Fondazione Agnelli.
Continuiamo a destinare una parte cospicua dei ricavi al Fondo di Solidarietà per le Famiglie Numerose o con difficoltà di reddito.
Accettiamo un numero sempre crescente di portatori di disabilità.
Siamo giunti a oltre metà strada nel rifondere il mutuo che ci ha permesso di acquistare l’immobile.
Questa estate abbiamo completato altre opere per la prevenzione degli incendi e per l’eliminazione delle residue barriere ai disabili.

In questo periodo dell’anno sono aperte le iscrizioni alle classi prime.
Lo scorso anno abbiamo raggiunto l’ambizioso obiettivo di riempire tutte le disponibilità.
Ci auguriamo, con il vostro fondamentale aiuto, di ripetere anche quest’anno lo stesso risultato.

Ringrazio di cuore i tanti sostenitori che a titolo personale e gratuito si impegnano nelle Associazioni della Fondazione. Essi contribuiscono a creare le condizioni affinché una scuola pubblica, cattolica e libera come la nostra possa esistere ed esprimersi.

Lottare per la famiglia, per la libertà di educazione, per le scuole paritarie è un fattore imprescindibile per il futuro della Fondazione Grossman e dei vostri figli.

 

Infanzia – Pronti, partenza, via… si parte! 

La scuola è ricominciata e ci siamo riscoperti tutti un po’ più grandi!
Nei primissimi giorni di attività della Scuola dell’Infanzia le maestre hanno pensato di coinvolgere i bambini nella partecipazione a delle “Mini Olimpiadi” preparate per loro.
Questi tre giorni di gioco sono stati pensati per riaccogliere i bambini al rientro dalle vacanze dando loro il tempo di riprendere la quotidianità della scuola. Attraverso i giochi organizzati abbiamo riscoperto il piacere di stare insieme ai compagni.
Durante la prima giornata si sono svolte le staffette con il testimone dove i bambini di 4 e 5 e anni si sono lanciati in una corsa a squadre scambiandosi il testimone. Tutti i bimbi maschi sono stati poi protagonisti di una prova del lancio del peso mentre tutte le bambine si sono divertite nel salto in lungo.
Le Olimpiadi sono continuate i giorni successivi con piccoli percorsi, prove con l’acqua e giochi in lingua inglese.

L’avventura di questo primo mese di scuola continua con la conoscenza e accoglienza dei nuovi amici che con noi inizieranno il cammino nella nostra Scuola dell’infanzia!

Vai alla Gallery per scoprire le immagini

 

Secondaria I grado – Orienteering: cominciamo da qui!

Nelle prime settimane dell’anno le classi prime della Scuola Secondaria di I grado si stanno avventurando alla scoperta della nuova scuola. Questo certamente riguarda i nuovi compagni, le materie, i professori… Ma non solo!
Scoprire la scuola vuole anche dire conoscere dove siano collocate la classe nell’edificio e la scuola nel quartiere.
Per queste ragioni, i ragazzi in questi giorni sono veri e propri esploratori del nuovo territorio, apprendendo “sul campo” i rudimenti di Orienteering, legati alle discipline di Geografia ed Educazione Fisica. Inoltre, insieme alle professoresse di Matematica, le classi stanno scoprendo, misurando e riproducendo pavimentazioni e mappe delle proprie classi: siamo certi che a breve per loro il luogo non avrà più misteri!
Il percorso si concluderà con l’uscita didattica venerdì 30 settembre, durante la quale le loro nuove conoscenze saranno messe alla prova in una vera e propria gara di Orienteering.
Resta solo da scoprire quale squadra vincerà la sfida finale!

Le prof.sse di Geografia, Matematica ed Educazione Fisica

 

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.