Santa Messa di inizio anno

Si è tenuta sabato 23 settembre la Messa di inizio anno scolastico delle Scuole della Fondazione Grossman.
Di seguito l’augurio del Responsabile del coordinamento didattico, prof. Rosario Mazzeo.

Ringrazio Don Carlo e Padre Angelo, e ciascuno di voi qui presente.
La Messa di inizio anno è un momento molto importante per cominciare in maniera non automatica, per prendere coscienza che la scuola, effettivamente, la fa ognuno di noi.
Esistono i muri ed esiste l’edificio, ma la scuola come comunità di persone che si mettono in ricerca usando la loro ragione, persone che vogliono leggere tutti i segni e che pongono dei segni, questo ambiente, questa comunità, la facciamo insieme.
Ma insieme come? Giocando tutto noi stessi nei rapporti, nello studio, nelle lezioni.
Innanzitutto con la ragione ma anche con tutta la capacità di affezione che abbiamo.
E questo può accadere solo se mettiamo in gioco la nostra libertà.
Auguro a ciascuno di voi che quest’anno sia un cammino veramente in cui la comunione, che abbiamo vissuto in questo gesto, possa diventare qualcosa che ci sfida continuamente a cercare il bene comune, il bene comune dei compagni, della classe, della scuola, delle nostre famiglie e della società.
La scuola è una compagnia guidata perché ognuno di noi possa realizzarsi veramente e gustare la vita.
Siamo al mondo per essere felici!
Il Signore ci ha fatti per questo e da soli, come diceva don Carlo nell’omelia, non è possibile!

“Ricomincia la scuola, perché?”

“Vieni, entra …! Il tempo, lo spazio, il lavoro, in questa scuola, sono «parola» che indica la strada, segno del vero (cioè di quello che ti corrisponde), volto di adulti senza le maschere della menzogna sul senso del vivere, dello studiare, del giocare e di ogni altra cosa che ti piaccia”.

Condividiamo la lettera inviata nel primo giorno di scuola dal Responsabile del coordinamento didattico Rosario Mazzeo.
Buon anno scolastico a tutti!

 

Visualizza la lettera

 

Secondaria I grado – Viaggio studio in Inghilterra 2017

– DIARIO DI BORDO

 

Bury St. Edmunds, si è concluso il soggiorno studio
Sabato 22 luglio ha avuto fine il nostro bellissimo soggiorno studio, con la consegna dei certificati e l’entusiasmo dei nostri 32 ragazzi che hanno vissuto un’esperienza realmente inglese, anche grazie all’accoglienza delle famiglie ospitanti che hanno accolto i nostri ragazzi come se fossero parte integrato delle loro stesse famiglie. Ad esempio, a riprova di questa accoglienza ricevuta, Riccardo e Giovanni portano a casa anche il segno concreto del loro soggiorno, ossia un album di fotografie che testimonia i vari momenti della vita in casa, dalle gite domenicali ai pasti … in English ovviamente.
Il livello dei corsi è stato modulato da A2 a B2/C1, con professionalità impeccabile da parte dei docenti.
Insomma, una esperienza che rimarrà quale piccolo ma significativo patrimonio nella mente di tutti i nostri alunni, pronti a ritornare il prossimo anno nella amata Bury!

A tutti coloro che ci hanno seguito buone vacanze e… passo e chiudo.

Prof. Lorenzo Bergamaschi

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

 

Bury St. Edmunds, days 8-10
La seconda settimana è arrivata già a metà e i ragazzi iniziano a vedere io traguardo del certificato che attesterà il lavoro serio, a tratti duro, ma certamente appagante di queste due settimane trascorse nella nostra casa Bury.
Le lezioni proseguono, tra visite in lingua (ad esempio ieri a Ely con il tour in lingua inglese della Cromwell’s House) e soprattutto nuove scoperte, lessicali, idiomatiche e legate a nuovi argomenti grammaticali.
Un ragazzo di seconda mi ha rivelato: “Prof. lo sa che in inglese esiste il terzo periodo ipotetico? E l’ho capito subito! Tim (l’insegnante del corso) è davvero coinvolgente!”
Ecco, questa è la esemplificazione che intendiamo proporre ai nostri ragazzi: una scoperta che ogni giorno allarghi la loro ragione ad accogliere la lingua e la cultura inglese.

Keep following us on our website and Facebook!

Prof. Lorenzo Bergamaschi

 

Bury St. Edmunds, days 4-7
Il nostro soggiorno ha visto concludersi la prima settimana.
I ragazzi, impegnati nel loro studio mattutino (e alcuni giorni anche pomeridiano) hanno effettuato il test di fine settimana e ora saranno riassegnati alle nuove classi per la seconda parte del corso. Nel frattempo, nel weekend ne abbiamo approfittato per una bellissima gita a Norwich, dove anche con dei quiz cui trovare risposta, i ragazzi hanno visitato prima il Castello e poi la Cattedrale. La domenica invece per la maggior parte dei ragazzi ha significato passare la giornata con le host families: Londra, barbecue, Cambridge. Chi è rimasto in paese, ha visto in anteprima (e rigorosamente in lingua) Despicable Me 3.
Insomma, tutto procede per il meglio e senza nemmeno pioggia di fatto! Siamo pronti per vivere al meglio la nostra seconda settimana.

Continuate a seguirci!

Prof. Lorenzo Bergamaschi

 

Bury St. Edmunds, days 1-3
Anche quest’anno, un grande numero di ragazzi della Scuola Secondaria di I grado della Fondazione Grossman ha aderito al soggiorno studio a Bury St. Edmunds.
Al solito, l’accoglienza da parte della scuola e delle famiglie è stata eccezionale. Tutti i ragazzi si sono sentiti subito comfortable e a casa, anche con apprezzabili miglioramenti nella qualità del cibo!!!
I nostri ragazzi sono stati divisi su tre livelli, e con soddisfazione molto di loro sono in classi di livello B2 e C1, ossia i livelli di First e Advanced. Questo conferma il lavoro che nella Secondaria di I grado da anni stiamo facendo sulla lingua.
Le lezioni danno numerosi spunti di crescita e miglioramento, soprattutto per quanto riguarda il lessico e la grammatica (ad esempio, future perfect continuous!!!).
Ci congediamo con alcune foto dalla visita al museo di aeronautica della base di Duxford, dove soprattutto i ragazzi di terza hanno potuto di fatto ripercorrere sul campo quanto studiato sui libri nel programma di storia.

Continuate a seguirci, noi daremo altre notizie da oltremanica.

Prof. Lorenzo Bergamaschi

 

 

 

Concerto di Pasqua – “In Te s’affida e spera”

Si è svolto presso la Chiesa di San Giovanni Battista alla Creta il Concerto di Pasqua della Fondazione Grossman dal titolo “In Te s’affida e spera”.

Il Concerto, a cura dell’Accademia Ambrosiana, ha accompagnato i presenti con brani di musica classica del periodo barocco ripercorrendo i momenti salienti della Pasqua attraverso esecuzioni di brani sacri di Vivaldi, Haendel ed Hasse.
Attraverso questo gesto di inequivocabile bellezza, aperto alle famiglie e ai dipendenti della Fondazione e a tutto il territorio dove la scuola vive e opera quotidianamente, è stato possibile vivere insieme l’avvicinarsi della Pasqua.
Di seguito vi riproponiamo un piccolo ma significativo estratto dello Stabat Mater di Vivaldi tratto dal Concerto con il quale desideriamo augurare a tutti buona Pasqua!

 

Vai alla Gallery per scoprire il video “Stabat Mater”, A. Vivaldi

 

Licei Classico e Scientifico – Risultati Eduscopio

La Fondazione Agnelli ha pubblicato, per il terzo anno, i risultati della ricerca Eduscopio che analizza i risultati conseguiti nel primo anno di università da parte dei diplomati degli anni scolastici 2011/12, 2012/13 e 2013/14.

Il Liceo Classico della Fondazione Grossman, essendo stato istituito nel 2007, è entrato per la prima volta nella valutazione Eduscopio, collocandosi all’ottavo posto nell’area di Milano. Un risultato eccellente, considerata la grande tradizione dei licei classici milanesi che compaiono nei primi posti. Il Liceo Scientifico si mantiene a livelli alti, posizionandosi al quindicesimo posto, in un panorama estremamente competitivo che, nel contesto milanese, vede coinvolte circa 50 scuole nella valutazione della Fondazione Agnelli.

I posizionamenti ottenuti, pur nella consapevolezza dei limiti di queste indagini, confermano la bontà del percorso intrapreso dalla Fondazione Grossman e ci sollecitano a proseguire sulla strada dell’elaborazione di una proposta didattica sempre più qualificata, consapevole e aperta al mondo, per preparare i nostri allievi ad affrontare da uomini e donne tutte le sfide della vita.
Anche quella dell’università.

 

Clicca qui per collegarti al sito di Eduscopio

Scheda Liceo Classico

Scheda Liceo Scientifico

 

 

 

 

 

Secondaria I grado – Biblioteca di classe 1B

Una studentessa di 1B della Scuola Secondaria di Primo Grado racconta la nascita della Biblioteca di classe

Per creare la nostra biblioteca la professoressa Maj ci ha dato un elenco con alcuni libri e con i loro autori, chiedendoci di verificare se a casa avessimo alcuni di questi libri.
La settimana successiva li abbiamo portati, la professoressa ci ha dato una scheda dove abbiamo scritto il nostro nome, i libri che avevamo portato e quello che abbiamo preso, infine lei ha incollato le schede su un bellissimo registro per la biblioteca e ha scelto una bibliotecaria. Ci ha dato anche un foglio con scritti i passi per un approfondimento del libro scelto.
Ha così avuto inizio la nostra avventura di narrativa!

Rachele

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Liceo Classico – Convivenza di inizio anno a Ginevra

Il Liceo Classico e il mondo   

Lo scorso giovedì 7 novembre tutto il Liceo Classico è andato in visita all’Ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra e il triennio anche alla sede centrale dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, dove alcuni studenti hanno incontrato Michele Cavinato, Senior Legal Officer and Head of Unit (Asylum & Migration), che ha risposto alle loro domande su migranti e richiedenti asilo.
Abbiamo poi incontrato nel pomeriggio mons. Ivan Jurkovic, Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’Ufficio ONU di Ginevra, che ha risposto alle domande che i ragazzi del Liceo Classico gli hanno posto, come per esempio:

  1. Come fa Lei a raggiungere una prospettiva obiettiva nel leggere i fatti? Le fonte giornalistiche non sempre sembrano aiutare per arrivare a una comprensione. Quali strumenti Lei usa e consiglia per conoscere e capire davvero quello che sta accadendo nel mondo?
  2. Come si pone la Chiesa rispetto al fatto che spesso gli Stati si muovono perseguendo prospettive e interessi legati alla propria nazione?
  3. Un organo come il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha ancora una validità oggi, strutturato così com’era alla fine della Seconda Guerra Mondiale?
  4. Che cosa sta facendo e che cosa ha fatto l’ONU per risolvere la crisi in Siria?

Il Nunzio è rimasto molto colpito da queste domande e ha risposto ai nostri ragazzi. Riportiamo due sottolineature, in particolare, perché sono una chiara esemplificazione della nostra idea di Liceo Classico.
La prima cosa che ci ha chiesto il Nunzio è di essere utili. Come è possibile essere utili? La strada è il dialogo, sapendo cogliere di che cosa ha bisogno il mondo oggi.
Del resto “dialogo” è una parola greca, che ha dentro di sé la parola “logos”, “ragione”: è il confronto tra uomini che hanno un punto in comune, la propria ragione, per affrontare la realtà.
La seconda cosa che ci ha detto il Nunzio è che il mondo s’è allargato (noi della Vecchia Europa siamo meno del 5% degli abitanti del mondo); per esempio, parlando della Russia, che andremo a visitare con le ultime due classi, ha detto: «ignorarla è un’idiozia, non capirla è una cosa molto pericolosa, disprezzarla è stupido e la cosa più drammatica e catastrofica sarebbe non dialogare; senza questo non c’è visione per il futuro dell’Europa».

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.

 

Open Day 19 Novembre – Video di anteprima!

Ecco l’anteprima dell’Open Day delle Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado appena terminato.

Grazie a tutte le persone che hanno partecipato e hanno condiviso con noi questa bellissima giornata, a partire da tutti gli alunni e i docenti che l’hanno resa possibile!!

 

Vai alla Gallery per scoprire il video

 

Infanzia – Evviva i nuovi amici e i nostri nonni!

Il mese di ottobre della Scuola dell’Infanzia, oltre alle tante attività svolte nelle classi, è stato caratterizzato da due eventi importanti: la Festa dell’accoglienza e il momento di Canti organizzato per i nonni.
Tutti i nuovi bimbi sono stati i protagonisti della Festa dell’accoglienza a cui abbiamo dedicato alcuni canti e filastrocche e regalato a ciascuno una medaglia personale in ricordo di questa giornata.
Il momento introduttivo è stato guidato da Don Carlo Romagnoni che, oltre a un breve saluto ai genitori dei bambini che quest’anno hanno iniziato il cammino alla nostra Scuola Dell’infanzia, ha sottolineato come il cammino cominciato che durante l’inserimento può sembrare un po’ faticoso, poi si rivela un’esperienza straordinaria che spalanca il cuore alle cose belle attraverso il rapporto con le maestre e gli altri bambini!
L’altro importante evento è stato pensato invece per i nonni dei nostri bambini, che sono sempre così tanto presenti nella nostra vita, ci guidano, ci sostengono e ci vogliono bene.
Un’alternanza di canti in italiano e in inglese hanno allietato i nonni presenti che sono un po’ anche i “nostri” nonni.

Vai alla Gallery per scoprire le immagini e i video

 

Primaria – Circolo letterario

Venerdì 28 ottobre, nella classe 5B della Scuola Primaria, è accaduto qualcosa di speciale.
Lo si intuiva già nel vedere arrivare i ragazzi in classe, vestiti della festa, con cravattini e abitini di tulle….
Qualcuno ha portato i biscottini e le caramelle, la maestra ha servito a tutti il tè.
Poi, con grande attesa, è cominciato il “Circolo letterario”, un momento mensile di condivisione delle letture della biblioteca di classe.
Abbiamo ascoltato brani di Heidi, descrizioni di Michael Ende ne La notte dei desideri, una pagina di Pattini d’argento e di Polyanna…
Ognuno aveva preparato la sua presentazione con cura, dando anche un giudizio e consigliando il libro letto ad alcuni compagni.
La mattina è volata.
Appuntamento tra un mese!

Vai alla Gallery per scoprire le immagini.